Category Archives: Podcast

The Mighty Flying Penguin – Numero Sei

E rieccoci alle prese con il pinguino. La genesi della puntata è stata punteggiata da vari tentativi di registrazione, iniziati prima del panettone e conclusi solo sulla scia della scopa della befana, tutto un “registratagliaecuci”, letteralmente un mostro di Frankenstein (si pronuncia Franchestìn). Ecco in breve cosa “trasporta” il pinguino:

Ovviamente, buon ascolto e appuntamento al prossimo pinguino (sperando di essere puntuali).

Regalo!

MicIl pinguino è molto entusiasta del nuovo arrivo e non vede l’ora di tornare a svolazzare sulla vostra testa e nelle vostre orecchie. Un microfono di questo tipo era il nodo da sciogliere se volevo continuare a fare podcast. Arriverà a breve, così come a breve arriverà, ovviamente, una nuova puntata (più alcuni special, ma questi sono ancora in via di ideazione).

Date al pinguino ciò che è di Cesare…

E’ giunta l’ora. I grandi movimenti di opinione ormai partono dalla rete, qualunque direzione possano prendere. Così, dopo una lunga notte di taglia e cuci, dopo circa 98 clip registrate, ascoltate, cancellate, spernacchiate, dimenticate, ripescate, definitivamente eliminate, sono pronto per prendere il mio giusto posto. Come Aborigena con il PD, io, e conseguentemente il pinguino, siamo pronti per prendere il possesso del microfono che appartenne a Bordone. Se in televisione riescono ad andarci cani e porci, almeno in radio mandiamoci un animale più simpatico.

Vi allego l’orrendo reperto, tanto per farvi capire al livello di abonimio al quale sono arrivato. Una prece.

The Mighty Flying Penguin – Numero Quattro

LogoHo fatto passare un mese. In mezzo ci sono stati alcuni problemi (tecnici e non), un’altra vittoria dell’Italia al 6 Nazioni, Svariati Barcamp e alcuni pesci d’aprile. Ma dopo tutto questo il pinguino è tornato. Ho contravvenuto alla mia regola aurea, quella della brevità. Ma il divertentissimo (e biblico) pezzo di Effe (in verità leggermente abbreviato nell’introduzione) andava necessariamente letto tutto. thranghSe non si capisce bene fate come suggerisce radio3 per i libretti d’opera: seguitelo leggendo sul sito. Poi dentro ci trovate (tipo uovo di pasqua, visto che è periodo), gli Harmonices Mundi con Albinoni (Concerto N.11 in Dom Op. 10) e un gruppo che volevo assolutamente farvi sentire. Si chiamano Thrangh (come una sbarra di ferro che sbatte), fanno un genere da loro definito “Pulp Music”, sono contigui al free così come a cose dei Fantomas e a cose solo loro. Il disco si chiama “erzefilish” e anche il packaging è un’opera d’arte. Se siete a Roma non mancherà occasione di poterli ascoltare (e ve lo consiglio caldamente) in qualche club.

P.s. come sempre, per iscrivervi anche in iTunes il link è questo.

The Mighty Flying Penguin – Numero Tre

BasagliaDopo la mancanza di voce ci si è messo pure un po’ di sommovimento personale. Ma alla fine il pinguino volante è rientrato nei radar e l’allarme è rientrato. Questa volta ho coinvolto l’idea delle indie occidentali, infilandoci Dvorak con la sua sinfonia dal nuovo mondo, ma cammin facendo, stimolato dallo spettacolo della mia compagnia e dalla vittoria di Simone Cristicchi, ho voluto parlare di Basaglia e della legge 180 che porta il suo nome. L’addio a Cavandoli e alla sua ipermoderna linea e un po’ di post punk con “The President of the united states of America” e, ovviamente, le proesie. In pratica, come ogni volta, parecchia carne al fuoco in soli dieci minuti.

Afono

àfono dal gr. APHONOS, comp. di A privativo e PHONOS voce (v. Fonetico) – Che è senza voce per cagion di malore. Deriv. Afonìa.

Senza voce non si canta messa (non era così ma vabbè), quindi anche il pinguino gira in tondo aspettando il ritorno della MIA voce, fuggita chissà dove.

The Mighty Flying Penguin – Numero Due

LogoIl pinguino volante continua a non toccare terra. Lo schema del podcast in genere sarà questo: Una somministrazione omeopatica di musica classica (che non fa mai male e anzi abitua l’orecchio), l’angolo della Proesia, che comprenderà anche scritti non necessariamente proetici, qualcosa di interessante trovato in rete, nei blog, su Youtube e conclusione con un po’ di sano rock.

A questo giro sono saliti in groppa al pinguino oltre al Proeta, Herr Effe (Herzog), Gianluca Neri perso per Roma e Giorgia di Opéra Bouffe (in fibrillazione per nuovi musical). Mettetevi comodi e buon ascolto.

P.s. Potrete iscrivervi con iTunes seguendo questo link.

The Mighty Flying Penguin – Numero Uno

Il pinguino prosegue il suo volo. In questa puntata c’è del barocco, ci sono le bambocce, c’è Miic e il proeta e il ritorno di Fabri e Fibra (per tacer di Zoro). Mi rendo conto, realizzando più puntate, che è difficile mantenere un tema e una linea precisa. La scaletta se ne va a ramengo, ma non è detto che non sia meglio, così.

The Mighty Flying Penguin – Numero Zero

LogoEcco, l’ho fatto, il numero zero è pronto. Non è venuto come volevo io, ma se mi mettevo a fare il perfezionista non lo pubblicavo più. Ci ho infilato due cose che mi sono piaciute molto ultimamente. Cose del Proeta e di Zoro. Siate clementi (ma non troppo).

Il disegno-logo è di R:ob Grassilli, che sentitamente ringrazio.

P.s. Riguardo al formato, chiedo ugualmente clemenza, volevo mettere i capitoli e pubblicarlo su iTunes e questo è quello che è uscito fuori. Migliorerò con i tentativi.

P.p.s. Maledizione, ho lasciato un refuso! Spero di poterlo correggere questa sera.

P.p.p.s. Sto convertendo in MP3, pare che il formato usato sia fonte di guai.

P.p.p.p.s. Fatto. Fatemi sapere.